Solo per un Periodo Limitato - Risparmia fino al 80 %

+ Dominio GRATUITO per 1 anno

L'affare termina tra:

01 :

04 :

32 :

13

Zyro blog

Tutti gli argomenti
Blog eCommerce Design Elementi essenziali del web Idee imprenditoriali Ispirazione Marketing Suggerimenti piccole imprese

Come Scrivere un Template di Business Plan nel Modo Corretto: Guida Definitiva

Modello di piano business

Ecco come stanno le cose: non molti proprietari di piccole imprese sanno come fare un business plan, né vogliono passare ore a crearne uno.

Alcuni ricorrono all’utilizzo di template di business plan disponibili online, ma non tutti sono adatti a tutte le società o tipi di attività.

Ti spiegheremo cos’è un business plan, perché è utile e come scriverne uno tuo.

Discuteremo anche i pro e i contro dell’utilizzo di un template di business plan o di uno strumento di pianificazione aziendale.

Quindi mettiti comodo e iniziamo: è tempo di eseguire alla perfezione il tuo executive summary.

Persona che fissa delle carte sul muro

Cosa deve includere il tuo business plan

Tutti gli imprenditori possono beneficiare di un business plan ben scritto e strutturato.

Perché?

Perché un business plan ben scritto offre a qualsiasi attività di avvio un focus strategico e una struttura chiara.

Un semplice business plan e dovrebbe includere almeno quanto segue:

  • Executive summary e dichiarazione d’intenti. Brevi descrizioni dell’intero business plan.
  • Panoramica aziendale e del settore. Qualsiasi informazione che descriva la tua azienda, attività, idea imprenditoriale e il campo in cui ti trovi.
  • Descrizione del prodotto e del servizio. Dettagli su ciò che offrono i tuoi prodotti e servizi, inclusi il processo di sviluppo, le caratteristiche del prodotto e i vantaggi.
  • Analisi di ricerche di mercato. Studi che dimostrano il tuo vantaggio competitivo e come sei diverso dagli altri giocatori nel tuo campo.
  • Strategie di vendita e marketing. Come lavorerai per attirare nuovi clienti e far tornare quelli esistenti.
  • Progetto esecutivo. Le pietre miliari che indicano i tuoi progressi, come avere un fatturato di 1000€.
  • Piano finanziario. Tutti i dati che dimostrano le tue proiezioni finanziarie e le potenziali opzioni di finanziamento (si pensi a un prestito bancario o al capitale d’investimento), come il budget, i rendiconti dei flussi di cassa, il bilancio e le previsioni di vendita.
  • Appendice. Informazioni aggiuntive a supporto del tuo business plan.

Scrivere un template di business plan non è difficile quando sai cosa includere e come farlo al meglio.

Step 1: executive summary

Questa prima sezione fornisce al lettore un’istantanea del tuo grande piano.

Nella sua semplicità, l’executive summary copre i punti principali della tua azienda nel suo complesso.

Questa sezione dovrebbe essere breve, accattivante e completa: pensala come la presentazione della tua azienda.

Quando scrivi il tuo business plan, dovresti includere almeno questi punti nel riepilogo della gestione:

  • Una breve descrizione della tua azienda
  • Una panoramica dei prodotti o dei servizi che offrirai
  • Un breve riassunto delle tue analisi di mercato e strategie di marketing
  • Il tuo piano finanziario
  • La dichiarazione d’intenti della tua azienda, rispondendo al problema che la tua azienda intende risolvere

Sebbene questa sezione sia la prima nella maggior parte dei formati di piani aziendali, si consiglia di lavorare su questa sezione per ultima.

Questo perché l’executive summary è una panoramica dell’intero business plan: aiuta il lettore a decidere se vale la pena leggere il resto.

Quindi vuoi che sia buono, giusto?

Vista di aeroporto industriale su un fiume

Step 2: panoramica dell’azienda e del settore

La descrizione della tua azienda e il campo in cui ti trovi sono i prossimi passaggi nel tuo business plan.

Inizia con la descrizione della tua azienda, che deve contenere la struttura della tua attività, la struttura organizzativa complessiva e la storia della tua azienda.

Menziona i membri chiave del tuo team di gestione e le loro qualifiche, nonché i potenziali azionisti.

  • Discuti di ciò che fa la tua azienda
  • Indica in quale settore operi
  • Parla di chi è il mercato di riferimento e in quale parte del mondo stai facendo affari
  • E spiega come si comporta la tua azienda nel mercato in generale

Includi eventuali risultati relativi al tuo, se necessario.

Vuoi descrivere come vedi la tua azienda in relazione al campo, alla comunità o al settore di cui fa parte.

Non dimenticare di definire i tuoi attuali obiettivi aziendali in questa sezione del tuo business plan.

Assicurati che siano tangibili e realistici e non dimenticare d’impostare una scadenza per ciascuno di essi.

Ma non esagerare: mantieni le cose brevi. Entrerai più in dettaglio su come raggiungere i tuoi obiettivi nello step sei.

Step 3: descrizione del prodotto e del servizio

In questa parte, è il momento di scrivere dei prodotti e/o servizi offerti dalla tua azienda.

Per iniziare, illustra come è stato sviluppato il prodotto o servizio, dalle fasi iniziali fino alla forma finale.

Descrivi come è fatto, come viene mantenuta la qualità, quanto costa produrlo e così via. Usa aiuti visivi per dare una mano ai lettori.

Infine, spiega come funziona il prodotto o servizio e quanto dura.

Evidenzia le sue caratteristiche ed elabora i vantaggi per i clienti. Indica quali aspetti speri di migliorare in futuro.

Se hai già venduto alcune unità, includi alcuni feedback chiave dei clienti e potenziali cifre sulle vendite.

Vista dall'alto di un mercato affollato

Step 4: mercato di destinazione e analisi di mercato

Questa sezione del tuo business plan mira a spiegare il tuo vantaggio competitivo rispetto ad altre aziende.

Un buon business plan lo fa mostrando la tua comprensione del tuo pubblico di destinazione e della concorrenza.

Inizia definendo il tuo ideale pubblico di destinazione.

Specifica età, sesso, professione e altri indicatori demografici. Spiega perché potrebbero essere interessati all’acquisto delle tue offerte.

Per i tuoi competitori, menziona le aziende coinvolte nello stesso settore e mercato. Fai una ricerca sul loro pubblico e sui motivi per cui le persone li scelgono.

Esamina il prodotto o servizio della concorrenza, le recensioni, il servizio clienti e altri aspetti rilevanti. Presenta un confronto fianco a fianco tra i concorrenti e la tua azienda per evidenziare le differenze.

Assicurati di descrivere le cose che puoi offrire e che i competitori non offrono al mercato. Stabilisci le opportunità e i punti di forza che hai contro di loro. Questo sarà il tuo vantaggio competitivo.

Per questa sezione, è meglio utilizzare molti dati visivi dalla tua ricerca.

Dopotutto, vuoi scrivere il tuo business plan in modo che sia facile da capire, specialmente quando persuadi un potenziale team d’investitori.

Step 5: strategie di vendita e marketing

In questa sezione, spiega come attirare e fidelizzare i clienti.

Esamina la tua strategia di vendita e il piano di marketing. Parla dei tuoi prezzi, del brand, della pubblicità e di altri sforzi di marketing, come i costi d’imballaggio e distribuzione.

Ricorda sempre di pensare al tuo acquirente ideale quando elabori il tuo piano di marketing.

Includi strategie di marketing digitale. Puoi delineare come massimizzare la SEO e gli annunci del tuo sito web sui motori di ricerca e sui social media.

Prova a visualizzare l’esperienza del cliente. Mostra in che modo gli acquirenti potrebbero trovare la tua attività e ricevere una richiesta di acquisto.

Per terminare la sezione, annota il budget per le vendite e il marketing.

Un calendario con una nota su post-it che dice 'make it happen'

Step 6: piano di esecuzione

Il tuo piano di esecuzione è un elenco di traguardi che intendi completare raggiungendo gli obiettivi della tua azienda (quelli che hai impostato nello step 2).

Supponiamo che il tuo obiettivo sia espandere la tua attività di abbigliamento.

Per farlo, prevedi di aggiungere nuovi prodotti. Le tue pietre miliari potrebbero includere il completamento di nuovi progetti, il test di prototipi, la creazione delle versioni finali dei tuoi prodotti e, infine, la vendita di X quantità dei tuoi nuovi prodotti ai clienti acquirenti.

Per i nuovi imprenditori e le piccole imprese, le pietre miliari possono essere compiti per la creazione dell’azienda, come trattare documenti legali, capire di quanti soldi hai bisogno, affittare uno spazio per uffici o reclutare dipendenti.

Di quante pietre miliari hai bisogno dipenderà dai tuoi obiettivi. Non dimenticare di mappare le risorse di cui avrai bisogno per completare ogni azione, come le attrezzature, le strutture e i membri del team coinvolti.

Non dimenticare di descrivere i punti di forza, i punti deboli, le opportunità e le minacce della tua azienda mentre raggiungi i traguardi.

Step 7: piano finanziario

Indipendentemente dal template di business plan che stai utilizzando, una sezione per le tue finanze è quasi sempre inclusa nel formato tipico del business plan.

Il tuo piano finanziario discute ogni aspetto delle finanze della tua azienda.

Copre il budget, le spese aziendali e i ricavi delle vendite, che saranno utili per mostrare le proiezioni finanziarie.

Nel complesso, il piano dovrebbe dimostrare le opportunità di crescita e la redditività della tua azienda.

Se sei un nuovo imprenditore, utilizza i calcoli del budget, i prezzi di prodotti o servizi e le tue ricerche di mercato per creare le tue proiezioni finanziarie.

Le aziende esistenti possono utilizzare i dati del passato per creare previsioni per i prossimi tre-cinque anni.

In generale, vuoi includere:

  • Conto economico. La maggior parte degli investitori vorrà dare un’occhiata ai dati su entrate, profitti annuali e spese.
  • Rapporti sul flusso di cassa. Questo è un modo elegante per fare riferimento al riepilogo di quanti contanti o equivalenti di denaro entrano ed escono dalla tua attività.
  • Bilanci. Ciò significa che il rapporto sulla quantità di denaro e beni che la tua azienda possiede e deve ad altri.
  • Analisi in pareggio. Questo si riferisce al calcolo che mostra in quale fase la tua azienda inizierà a realizzare un profitto e quando sarà in perdita.

Annota la tua richiesta di finanziamento se desideri mostrare il tuo piano a investitori o istituti di credito. Includere l’importo totale del finanziamento, lo scopo del prestito e i termini del prestito.

Se stai chiedendo azioni, specifica la percentuale di proprietà degli investitori. Se vuoi ottenere un prestito, spiega come lo rimborserai.

Sii specifico e realistico quando crei il tuo piano finanziario. Assicurati di non sopravvalutare le tue proiezioni.

Persone che guardano dei documenti su una scrivania

Step 8: appendice

Hai quasi finito di creare un business plan: ben fatto, campione.

L’appendice, o l’ultima sezione del tuo business plan, comprende ulteriori informazioni di cui i lettori potrebbero aver bisogno per comprendere la tua attività.

Includi eventuali dati supplementari delle sezioni precedenti in questa parte del tuo business plan: pensa a statistiche dettagliate della tua ricerca di mercato o immagini dei tuoi materiali di marketing, come versioni diverse del tuo logo.

L’appendice è anche un luogo in cui inserire copie di documenti importanti relativi all’attività, come documenti legali. Aggiungi anche alcune informazioni sugli imprenditori, come curriculum e storie di credito.

In questo modo, il tuo business plan non lascia nulla al caso e può aiutarti a ottenere finanziamenti più facilmente.

Cos’è un business plan e perchè ne hai bisogno?

Un business plan è un documento che definisce una roadmap attuabile per stabilire una nuova attività o far crescere ulteriormente un’azienda esistente.

Ti consente d’identificare potenziali punti di forza, debolezza, opportunità e minacce che la tua azienda dovrà affrontare nel tuo settore di attività.

In questo modo, la tua azienda è pronta ad affrontare potenziali ostacoli e sa cosa aspettarsi dal mercato.

Potresti non pensarlo, ma sia gli imprenditori nuovi che quelli esistenti possono trarre vantaggio dalla scrittura di un business plan.

Di solito è un requisito per qualsiasi startup anche solo sognare di organizzare un incontro con un potenziale investitore.

E come per le aziende esistenti, un business plan è un utile strumento strategico: aiuterà il team di gestione a tenere gli occhi sul quadro più ampio e guidare l’azienda verso i suoi obiettivi iniziali.

Pianificazione aziendale con un template di business plan

Se non sei sicuro di come scrivere un business plan, non c’è da vergognarsi nell’usare template di business plan gratuiti.

Molto spesso, una semplice ricerca su Google è un ottimo punto di partenza.

Ad esempio, se ti trovi nel Regno Unito, British Business Bank offre template di business plan in formato PDF e .docx.

Alcune aziende, come Bsness forniscono anche servizi gratuiti di personalizzazione del business plan.

Esistono anche programmi premium progettati per scrivere business plan, come Finalyst.

Il software a pagamento di solito fornisce più opzioni di personalizzazione e risorse per aiutarti a rendere la tua attività straordinaria sulla carta.

Finalyst

Diversi tipi di business plan

A seconda delle dimensioni, del settore e dello stato attuale della tua azienda, il modo in cui scrivi un business plan può differire dal tuo collega imprenditore.

Business plan standard

Questo tipo di business plan offre al lettore un quadro completo dell’azienda.

Di solito destinato all’uso esterno, un business plan standard copre tutto, da una descrizione approfondita dell’azienda a una ripartizione dei suoi prodotti e servizi, strategie, obiettivi e finanze.

Business plan interno o snello

Questi tipi di business plan tendono a essere pensati solo per gli occhi interni.

Sono più brevi e più focalizzati sulle strategie di vendita e marketing, sulle scadenze fondamentali e sulla direzione generale dell’azienda.

In genere, un business plan snello sorvola sui punti salienti dell’attività piuttosto che condurre un’analisi approfondita dell’azienda.

Business plan di avvio

Se stai cercando di avviare un’impresa, probabilmente non avrai molti dati esistenti su cui basare le tue previsioni finanziarie.

Il business plan di una startup segue il formato del piano aziendale di uno standard.

Di solito, include più informazioni sul background dei fondatori, un’analisi dettagliata del mercato e del settore e una ripartizione completa delle finanze, qualcosa a cui la maggior parte degli investitori è interessata.

Un documento con dei grafici su una scrivania

Business plan one-page

Questo semplice business plan mira a riassumere la tua attività.

Chiamato anche business pitch, un piano one-page è normalmente inteso per uso esterno.

Molte aziende hanno a portata di mano un business plan one-page nelle fasi preliminari della conversazione con un nuovo partner commerciale o investitore. Di solito, un riepilogo di chi sei e di cosa fai è utile in questa fase dei negoziati.

Business plan operativo

La maggior parte delle aziende crea un business plan che pianifica l’anno a venire.

Questi piani annuali sono solitamente per uso interno ma potrebbero essere interessanti anche per gli stakeholder esterni.

Includi dettagli operativi, come le scadenze del progetto, gli obiettivi di vendita e le responsabilità del team in questo tipo di piano.

Business plan strategico

L’idea alla base di un business plan strategico è guardare dove sta andando la tua startup o impresa e come arriverai dove vuoi andare.

I business plan strategici di solito sono pensati solo per gli occhi interni e guardano alla visione, alla missione e alle diverse pietre miliari della tua azienda che i tuoi piani aziendali devono raggiungere.

La maggior parte delle piccole imprese beneficia dell’inclusione di un’analisi SWOT nei propri piani strategici.

Pro e contro dell’utilizzo di un template di business plan

Pro

  • Ottimo per i nuovi imprenditori. Un template di business plan è particolarmente utile per i principianti. Se non hai mai scritto un business plan prima, non c’è da vergognarsi nell’usare tutto l’aiuto che puoi ottenere.
  • Ti fa risparmiare tempo. Segui semplicemente le indicazioni e avrai il tuo piano pronto in pochissimo tempo. Non è necessario modificare il formato, poiché il template fornisce già le istruzioni per organizzare le tue idee.
  • Correttamente formattato. La maggior parte dei template di business plan contiene già le sezioni e gli elementi necessari di un business plan, quindi non dovrai preoccuparti di dimenticare d’includere informazioni importanti.
  • Progettato pensando al giusto mercato di riferimento. I template di business plan professionali sono generalmente progettati pensando a investitori e istituti di credito. Significa che non dovrai preoccuparti se il tuo piano è all’altezza dei loro standard o meno.

Contro

  • Devi capire cos’è un business plan. Avere un template di piano aziendale non rende necessariamente le cose più facili. Hai ancora bisogno di capire come intendi compilarlo.
  • Hai ancora bisogno di metterti al lavoro. Dovrai fare tutti i calcoli di bilancio da solo e nessun altro scriverà la tua dichiarazione d’intenti per te. Se non hai esperienza nello scrivere un business plan o nell’evocare i numeri, potresti assumere qualcuno che ti dia una mano.
  • La maggior parte dei template di business plan è disponibile come taglia unica. In realtà, ogni azienda ha esigenze diverse e il processo di pianificazione aziendale lo rifletterà. È probabile che dovrai adattare il template alla tua attività.
  • Sezioni non necessarie del business plan. Alcuni template potrebbero non avere sezioni adatte a determinate attività. Faresti meglio a progettare il tuo in modo che si rivolga alle tue risorse aziendali.

Scritto da

Avatar dell'autore

Michela

Michela si focalizza sulle tendenze del marketing digitale e sull'aiutare le aziende ad avere successo online, con un particolare interesse per la creazione di siti web e di e-commerce. Nel suo tempo libero le piace sedersi davanti un buon libro e ascoltare musica.

Unisciti alla conversazione

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.