Solo per un Periodo Limitato - Risparmia fino al 80 %

+ Dominio GRATUITO per 1 anno

L'affare termina tra:

04 :

13 :

33 :

25

Zyro blog

Tutti gli argomenti
Blog eCommerce Design Elementi essenziali del web Idee imprenditoriali Ispirazione Marketing Suggerimenti piccole imprese

Come Creare un Brand: 6 Domande per Portare la Tua Azienda al Successo

Come creare un brand: 6 domande per impostare la tua azienda

Hai qualcosa di cui le persone hanno bisogno e stai cercando di lanciarlo; è un prodotto o forse un servizio.

Se sei una piccola impresa, avere una strategia di brand è fondamentale per far conoscere il tuo nome. Devi essere notato e, soprattutto, essere ricordato per tutte le giuste ragioni.

Non fare errori. Costruire un brand non è solo il lato visivo delle cose. 

Progettare il tuo logo, perfezionare la tua estetica e impostare un indirizzo email aziendale dovrebbero prendere forma in futuro.

Dovresti prima pensare bene a come desideri che le persone percepiscano la tua attività. Costruisci quella reputazione.

E non temere: progettare brand non è solo un’arte riservata ai grandi scatti.

Ti mostreremo come creare un brand online da zero. Ecco 6 domande che dovresti affrontare se vuoi creare un brand che le persone noteranno e di cui si innamoreranno. 

1. A chi stai vendendo?

Scopri subito il tuo mercato di riferimento.

Hai un ottimo prodotto da vendere, quindi stabilisci chi dovrebbe acquistarlo in via prioritaria. Altrimenti, rischi di far deragliare l’intera strategia del tuo brand.

Probabilmente avevi in ​​mente un cliente quando stavi creando il tuo prodotto. È difficile non farlo, sia che tu stia sviluppando qualcosa di completamente su misura per la tua attività, sia che acquisti prodotti di tendenza alla rinfusa.

È un ottimo primo passo, ma c’è molto di più da immaginare per il tuo cliente.

Non temere di essere un po’ ossessivo nel perfezionare un mercato target. Costituirà la base per l’identità del tuo brand.

persona che digita i dettagli della carta di credito nel computer portatile

Scopri chi ha bisogno di te

Incontrerai spesso citazioni di Steve Jobs mentre cerchi di costruire un brand forte.

Ha solo senso; quell’uomo è un genio del brand.

Una volta ha detto: “molte volte, le persone non sanno cosa vogliono fino a quando non glielo mostri“.

Questo potrebbe essere vero se sei un visionario che ha ridefinito e reinventato la tecnologia con i tuoi prodotti.

Se non sei ancora al suo livello o desideri ulteriori prove basate sui dati, consulta le ricerche di mercato.

Come innovatore del brand dovrai porti alcune domande critiche per poter iniziare a restringere il tuo target di riferimento.

Non puoi essere tutto per tutti, quindi:

  • Che cosa ha da offrire il tuo brand alle persone?
  • Chi trarrebbe maggiori benefici dal tuo brand? 
  • Perché le persone dovrebbero scegliere il tuo brand rispetto agli altri?

Argomento di studio

Dollar Shave Club è un brand che lo ha inchiodato fin dall’inizio con la comprensione del cliente target. Stavano entrando in un mercato iper-maschile con una versione base di un prodotto ampiamente disponibile.

Chi aveva bisogno del loro brand?

Il prodotto ha risolto un problema per i fondatori, quindi hanno identificato che il loro pubblico di riferimento erano uomini come loro. Creando un’identità di brand divertente e senza fronzoli, sono stati perfetti nell’approccio al cliente e nel posizionamento del brand.

note sulla strategia aziendale come creare un brand appuntate alla lavagna

Crea un profilo cliente

I brand costruiscono e ricostruiscono i profili dei clienti in molti punti della loro esistenza. 

Ottenere informazioni dettagliate sui clienti quando si opera da un po’ di tempo è incredibilmente prezioso. Costruire un profilo cliente mentre lavori per creare un’identità di marca, tuttavia, ti dà un grande vantaggio.

Questa potrebbe essere la differenza tra te che miri a chiunque abbia la barba per radersi, quindi realizzare che il tuo cliente ideale è specificamente qualcuno con la barba e il senso dell’umorismo.

Mappa un elenco di dati demografici che puoi scegliere per creare il pubblico di destinazione del tuo brand. Pensa a:

  • Età, reddito e stato civile
  • Livello di istruzione, posizione e abitudini di spesa
  • Interessi, stile di vita e affinità con il brand

Considera i tuoi concorrenti

segnale grande illuminato pepsi cola di fronte a grattacieli

Chiunque tu scelga come target per la tua attività, avrà già i suoi brand preferiti. Le persone potrebbero non sapere di aver ancora bisogno del tuo prodotto, ma è più che probabile che tu abbia concorrenti in qualche modo.

Comprendere le affinità del brand è fondamentale per comprendere il tuo mercato di riferimento. 

Tanto per cominciare, sapere quali brand non concorrenti utilizzano i tuoi potenziali clienti ti aiuterà a trovare dove presentare il tuo.

Conoscere i concorrenti ti fornirà le informazioni necessarie per distinguere il tuo brand quando si tratta d’identità. Puoi guidare autenticamente il punto di differenza del tuo brand quando capisci cosa fanno gli altri.

Non è necessario che il tuo prodotto sia completamente unico fintanto che lo è la tua strategia di brand. Crea un documento di analisi visiva della concorrenza e chiediti:

  • In che modo il concorrente si commercializza online e offline?
  • Qual è la qualità del loro prodotto? Guarda i prezzi e le recensioni dei clienti.
  • Sono coerenti nei loro messaggi? La loro identità di brand è chiara?

2. Cosa ti rende speciale?

segno sulla porta che dice "vieni, siamo fantastici"

Dovresti dare ai tuoi potenziali clienti un motivo per credere nel tuo brand. Non vendere solo qualcosa di cui le persone hanno bisogno, falla desiderare anche loro.

L’opportunità del tuo brand non inizia e si ferma con una grande estetica. Essere in grado di fornire una storia e rendere chiara la tua proposta di valore, costituirà la base del tuo successo.

Proposta di valore

Dopo aver esaminato attentamente i tuoi concorrenti e creato un profilo cliente target, prenditi del tempo per capire cosa rende unico il tuo brand.

La tua proposta diventerà la prima impressione che il tuo brand farà a tutti coloro che la incontrano, quindi fallo bene.

Non nascondere la tua proposta dietro parole d’ordine o sentimenti – chiariscila. Questo è destinato ai tuoi potenziali clienti, quindi mostra:

  • Come il tuo prodotto può risolvere un problema o soddisfare una richiesta
  • Quali vantaggi ha il tuo prodotto
  • Perché le persone dovrebbero acquistare il tuo prodotto e non i prodotti della concorrenza

Dai un’occhiata ad alcuni dei brand dietro i prodotti che usi quotidianamente.

Guarda come ognuno fa una proposta che incapsula completamente ciò che offre il brand. Non che rimarrai sorpreso: è questo che ti ha convinto a usare i loro prodotti ogni giorno.

Netflix è un grande esempio. 

Quando Netflix, un branddi grande successo, si è evoluto in un servizio di streaming, ha creato una proposta molto chiara e realizzabile:

Film, programmi TV illimitati e altro ancora. Guarda ovunque. Annulla in qualsiasi momento.

In poche parole, un potenziale cliente può vedere esattamente cos’è il prodotto, che è conveniente e che è flessibile. 

La scelta intelligente delle parole aggiunge anche un elemento di potere e intrighi: come sono i film illimitati? Che cos’è il “e altro”?

persona che indica il telecomando della TV nella schermata di caricamento di netflix

Dichiarazione di missione

Una volta entrato nel flusso di dichiarazione, rivolgi la tua attenzione alla dichiarazione della missione del tuo brand. 

Questo è per te. 

Mentre la tua proposta di valore aiuta a spiegare il tuo brand ai clienti, la tua dichiarazione di missione lo spiega a te e chiunque altro assumi.

Fai una dichiarazione di missione mentre perfezioni la tua strategia e sarai a prova di futuro per l’identità del tuo brand.

Ti consentirà di concentrarti su tutto ciò che fa il tuo brand.

La dichiarazione di missione di Netflix offre un ottimo servizio ai suoi clienti, una crescita redditizia per i suoi investitori e frenesia per i suoi dipendenti. 

Ecco una formula:

  • Qual è lo scopo del tuo brand?
  • In che modo la tua azienda fornirà questo?
  • Perché lo farai in quel modo?

Narrazione di storie 

cartello dipinto sul muro che dice "continua"

Ognuno ha una storia. 

È ciò che ci distingue da tutti gli altri umani del pianeta e ci aiuta a formare connessioni emotive con gli altri.

Ed è esattamente quello che vuoi che faccia anche il tuo brand.

La narrazione di storie va di pari passo con la tua proposta di valore: uno aggancia il cliente, l’altro fa desiderare che rimanga.

Prendi la società di occhiali Warby Parker. 

La storia di questo brand introduce un problema che il fondatore aveva incontrato e voleva risolvere.

È chiaro che il brand stia colmando una lacuna, ribadisce la propria missione e dichiara un impegno per una causa.

Se sei in grado di umanizzare l’identità del tuo brand, assicurerai una redditività duratura per la tua attività.

Siamo tutti cablati per interagire con una narrazione, quindi non solo la storia del tuo brand guadagnerà la fedeltà dei tuoi clienti, ma motiverà anche eventuali futuri dipendenti.

  • Spiega per quale motivo esiste il tuo brand. Mantienilo breve e pertinente.
  • Indica ciò che rappresenti. Mostra ciò che distingue l’identità e i valori del tuo brand.
  • Sii trasparente. Alcune delle migliori storie di successo sono condite da minimi e alti.

3.  Qual è la tua personalità?

È qui che decidi davvero come il tuo brand parlerà alle persone. Che tu stia costruendo un brand per un’azienda o per te stesso, deve avere una sua personalità.

Come per la storia dell’esistenza del tuo brand, una solida personalità umanizzerà la tua attività e ti aiuterà a distinguere l’identità del tuo brand dai suoi concorrenti.

Man mano che costruisci la personalità del tuo brand, dovresti rivedere tutti i passaggi che hai intrapreso finora. Controlla con tutto, dal tuo pubblico di destinazione alla storia che stai raccontando.

segno sul muro che dice"ci piaci anche tu"

Trova la tua voce

Più avanti nel processo di costruzione del brand, una personalità chiara ti aiuterà a stabilire un brand visivo – come dovrebbe essere il tuo. Prima di capirlo, però, decidi come dovrebbe essere.

Desideri che l’identità del tuo brand trovi il favore di clienti per i quali hai lavorato duramente. 

Man mano che la tua azienda prende velocità, il brand dovrà interagire più direttamente con questi clienti. È fondamentale assicurarsi che il tono della voce sia allineato alle loro aspettative.

  • Considera quali aggettivi descrivono meglio il tuo brand. È spiritoso? Esclusivo? Affidabile? Scegli quattro o cinque parole che ti colpiscono.
  • Immagina il tuo brand come personaggio. Separato da loghi e linguaggio visivo, questo passaggio può aiutarti a dargli un volto personale.
  • Pensa a quali piattaforme il tuo brand utilizzerà per comunicare con i clienti. Quale lingua si adatterebbe a queste piattaforme?

Guarda Wendy’s, la catena americana di fast food. Sebbene sia stato fondato oltre 50 anni fa, i valori del brand influenzano ancora una personalità giovane e notevole.

Wendy’s è stato fondato su tre principi principali: qualità, convenienza e comfort. Molto semplice e molto accessibile.

Il tono di voce che il brand impiega è a dir poco colloquiale. Descrivendo il suo sandwich di pollo piccante, Wendy’s dichiara che “è tutto su quella vita di crocchetta di pollo”.

Un gioco di parole, un riferimento culturale popolare e un’abbreviazione resa popolare dagli adolescenti: la personalità di questo brand è cristallina.

scatto esterno del negozio di Wendy di notte

Appellati ai tuoi clienti

Se vuoi che il tuo brand si rivolga a un pubblico più anziano e benestante, dicendo loro che sei “tutto su quella vita da crochetta di pollo” probabilmente non volerà.

Avrai già un quadro dettagliato dei tuoi potenziali clienti, quindi assicurati di farlo mentre costruisci la personalità del brand. Non cercare di emulare le persone a cui stai vendendo, ma sii ciò a cui si relazioneranno.

Il cliente Rolex è professionale, organizzato e decisamente ricco. Incarnando ciò che il loro target di riferimento capirà, la personalità del brand trasuda competenza.

Nel descrivere i suoi prodotti, Rolex usa frasi come “scrupolosa attenzione ai dettagli”. 

Il brand si sta sforzando di attrarre persone senza fronzoli che ammirino il buon design. I loro orologi sono “classici”, “estremi” e “prestigiosi”.

Attivo su nove piattaforme social, Rolex sa che i suoi clienti vivono online. Il brand ha adottato un tono di voce che è abbastanza semplice da ripetere su ogni piattaforma. 

  • Gli aggettivi del tuo brand si allineano agli aggettivi che useresti per descrivere i tuoi clienti?
  • Farai giustizia al tuo brand con la sua personalità? Pensa a come le persone lo percepiranno.
  • In che modo i tuoi clienti vorranno interagire con il tuo brand? È come l’hai immaginato?

Scegli la tua piattaforma 

mano che tiene un telefono che mostra un profilo aziendale di Instagram

Se apprezzi il tuo tempo libero, probabilmente non vorrai fare come Rolex e dare al tuo brand nove account di social media diversi.

Detto questo, non dovresti davvero costruire il tuo brand senza considerare una presenza sui social media. 

Offre alla tua attività l’opportunità di connettersi istantaneamente e direttamente ai tuoi clienti, quindi pensa a quali piattaforme funzioneranno meglio.

Torniamo a Wendy’s, la cui strategia di marca è così divertente che vale la pena fare riferimento due volte.

Il brand è molto attivo su Twitter, dove intrattiene conversazioni esilaranti e spinose con i clienti. Anche se il dialogo sembra volare di fronte alla strategia del brand ragionevole, la presenza su Twitter di Wendy è in realtà coerente con i messaggi che il brand trasmette altrove. 

Questo approccio non funzionerebbe così bene se il sito web del brand fosse lucido e ambizioso. Pensiamo tutti che il gestore dei social media sia diventato un ladro.

Quando costruisci la persona del tuo brand, tieni presente:

  • Quali piattaforme si adatteranno al brand. Probabilmente vorrai che una sezione trasversale catturi il più possibile il tuo pubblico.
  • Come rimarrai coerente. Riesci a mantenere un forte tono di marca in ogni momento su ogni piattaforma? In caso contrario, potrebbe valere la pena riconsiderare la lingua. 
  • Come apparirà visivamente il brand. Le tue didascalie si adatteranno alla tua fotografia o al tuo logo?

4. Che aspetto hai?

Prendi le tue matite.

Saresti perdonato per aver pensato che questa parte è arrivata prima. La progettazione del brand è la parte più divertente della strategia e della costruzione.

Ma ora siamo qui, non sei contento di aver spiegato come creare prima una strategia di marca?

Il tuo logo potrebbe essere la parte più memorabile dell’identità del tuo brand. Alcuni loghi sono così iconici, solo la loro forma può dire tutto sull’attività che rappresentano. Prendi ad esempio gli archi dorati di McDonald.

C’è un po’ di psicologia dietro i componenti visivi di un brand. Dal logo, i colori, alla tipografia e ancora – puoi rendere molto scientifica la costruzione della tua identità di marca. 

Mentre costruisci, considera i blocchi che hanno finora costituito la strategia del tuo brand.

patatine fritte in confezione McDonalds sul tavolo rosso

Logo 

Il componente principale del tuo brand, il tuo logo apparirà ovunque. Dal tuo sito web, dai tuoi prodotti, ai tuoi biglietti da visita: è così che ottieni il nome del brand nel mondo.

La progettazione di un logo del brand dovrebbe avere il tempo e il talento che merita.

Se non sei il tipo creativo, esternalizza il tuo logo a qualcuno che lo sia. 

Non perdere comunque la direzione che ti ha portato a questo punto. Costruisci istruzioni creative che elenchino ogni parte importante della strategia del tuo brand.

Vuoi assicurarti che questo unico emblema visivo della tua attività sia in grado di trasmettere personalità, storia e valori. 

Dovresti assicurarti che risuoni con la tua base di clienti, come qualcosa che rende il tuo brand attraente e desiderabile. Ricorda:

  • Di verificare che il tuo logo sia scalabile. Come si traduce dalla homepage del tuo sito web all’icona di Instagram? Certamente non vuoi che abbia piccoli elementi che sembrerebbero illeggibili se ridotti.
  • Di fargli rappresentare il tuo prodotto o servizio. Assicurati che sia correlato.
  • Di renderlo unico. Potrebbe essere un suggerimento accecantemente ovvio, ma la copia è diffusa.

Anche se sei una piccola impresa, vale la pena imparare dai grandi brand. L’adozione dell’approccio “Mantienilo semplice” aiuterà il tuo logo a diventare e rimanere identificabile. 

Un design semplicistico si presterà anche a modifiche in scala o colore. Pensa al segno di spunta Nike, ad esempio.

Curiosità: l’iconico logo Nike è stato progettato da uno degli studenti del fondatore, ha pagato $35 per questo e all’inizio non lo ha nemmeno considerato eccezionale. Phil Knight è stato citato dicendo che non gli piaceva, “ma crescerà su di me”.

sneaker nike rossa su sfondo rosso

Colori

Inserisci: scienza.

Sono state dette molte cose sulla scienza dietro i colori. La tavolozza dei colori su cui atterri può davvero avere un forte impatto sull’impressione che il tuo brand ha sulle persone.

Il colore è noto per suscitare risposte emotive. Questo si estende oltre il tuo logo per ogni aspetto visivo della tua attività: il tuo sito web, l’etichettatura dei prodotti, anche i negozi fisici, se li hai.

La tavolozza che scegli dovrebbe essere progettata pensando al tuo pubblico di destinazione, come con tutti gli elementi dell’identità del tuo brand. Con quale tipo di personalità hai deciso d’interagire con i tuoi clienti? Perfeziona la tua tavolozza e:

  • Ricerca significati di colore. Il giallo può rappresentare la felicità. Il rosso è energico e passionale. Trova ciò che è giusto per il tuo brand. 
  • Ricorda l’utente finale. Se la tua attività è divertente, scegli i brillanti. Se vuoi fidarti, scegli tonalità rilassanti.
  • Continua a modificarlo. Non ricoprire tutto con un solo colore, ma abbi una gamma selezionata.

Tipografia

mucchio di blocchi tipografici di varie dimensioni e colori

Porta il tuo brand alla perfezione assicurandoti che la tua tipografia sia perfetta.

La tipografia che scegli per il tuo brand è importante tanto quanto il logo e i colori. Immagina di pagare un buon prezzo per un logo stellare e di trasformare la tua tavolozza in qualcosa di emotivamente avvincente, solo per distribuire Comic Sans come carattere tipografico scelto.

Fai delle ricerche sui caratteri tipografici: puoi trovarli gratuitamente, pagarli o ottenere un carattere personalizzato per la tua attività.

Ci sono alcune preziose guide online che ti guideranno attraverso tutti i passaggi che dovresti prendere per inchiodare la tua tipografia.

Come per tutte le tue scelte di design, riportalo ai principi fondamentali che hai già stabilito per il tuo brand.

Record rotto? Sì, ma ti saremo grati di aver controllato:

  • Che il carattere tipografico funzioni con il tuo logo. Soprattutto se hai optato per uno già pronto.
  • Che il carattere tipografico si allinei alla personalità del brand. Sembra un po’ snob, ma questo è un valido controllo dei sensi. Un carattere tipografico angolare e maiuscolo probabilmente non legherà con un personaggio carino e colloquiale.
  • Che non stai copiando i tuoi concorrenti. Sarebbe imbarazzante.

5. Sei coerente?

Abbiamo trattato dialoghi coerenti: non vuoi una personalità sul tuo sito web e un’altra sul tuo Twitter. Lo stesso vale per la grafica.

Il tuo brand- composto da quegli elementi visivi che contraddistinguono la tua identità di marca – dovrebbe essere sempre coerente.

Non solo un messaggio visivo unito ti farà sembrare professionale, ma contribuirà anche a favorire la familiarità con i tuoi clienti.

selezione di vecchia pubblicità di coca cola inchiodata alla parete di legno

Imposta le linee guida del brand

Fin dall’inizio, crea una guida per il tuo brand. Oltre alla dichiarazione di missione, alcune linee guida chiare aiuteranno a proteggere l’integrità di ciò che hai costruito.

Sembra un po’ intenso per una piccola impresa?

Questo strumento aiuterà semplicemente te e gli altri – come i futuri dipendenti – a contestualizzare l’identità del tuo brand. Scoprirai che la maggior parte delle aziende con un brand, che considerano degno di protezione, definiranno le loro regole di progettazione in questo formato.

Linee guida efficaci indicheranno a chiunque tocchi l’identità del tuo brand di:

  • Non toccare il logo. Alcuni brand hanno loghi secondari: forse sono in bianco e nero anziché a colori. Ma non lasciare mai che il tuo logo sia allungato, schiacciato o riconfigurato.
  • Attenersi al carattere tipografico. E ricorda la dimensione del carattere, tra dozzine di altre cose relative al design, come la tavolozza dei colori.

Vale la pena di rendere la guida breve e stare in tema. Puoi coprire molto terreno in poche pagine.

La Croce Rossa americana ha fatto un ulteriore passo avanti quando ha iniziato a progettare le linee guida del brand e ha creato un poster per rendere il loro messaggio cristallino.

La sezione del poster dedicata al tono di voce è qualcosa che dovrebbe essere utilizzata più spesso. Sai che la personalità è una grande fetta dell’identità del tuo brand, quindi vale la pena integrarla nelle linee guida.

La Croce Rossa americana afferma che “il modo in cui parliamo è importante quanto quello di cui parliamo”. In quattro paragrafi concisi, il poster mostra in modo efficiente i principi guida del brand.

scrivania rivestita con tavolozze di colori delle carte

Trova uno stile fotografico

Che tu stia offrendo un prodotto o un servizio, un modo per promuoverlo rapidamente ed efficacemente è attraverso la fotografia. 

Sai quanto è importante inviare un messaggio visivo quando si tratta della tua attività. Non lasciare che la fotografia rimanga indietro: questo è un pezzo del tuo brand che merita coerenza. 

Lo stile di fotografia che scegli per il tuo brand aziendale dovrebbe, ovviamente, adattarsi alla personalità che stai perseguendo. Assicurati che tutto ciò che pubblichi sui social media rispecchi anche le dichiarazioni che stai facendo sul tuo sito web.

Riempire la pagina Instagram della tua azienda con meme non è quello che è stato visto di buon occhio nel 2021. Ma se la tua azienda è Rolex? Probabilmente non fico.

Esamina alcuni punti di controllo per capire quale stile fotograficp è giusto per il tuo brand:

  • Cosa capirà il tuo cliente target? Ad esempio, i contenuti altamente concettualizzati non si adattano necessariamente a un pubblico con mentalità professionale.
  • Corrisponde al tono del prodotto in offerta?
  • È la tua unica via? Forse preferiresti lavorare con illustrazioni, grafica o una combinazione.

Credi nel brand

negozio prada standalone nel deserto del texas

Il tuo brand a prova di futuro.

Un ultimo passo per garantire coerenza quando si crea un brand è quello di assicurarsi che i piani per la propria attività siano a prova di bomba.

Sei davvero solo all’inizio della vita del tuo brand e anche se non puoi predire il futuro, puoi dargli una buona possibilità.

Ogni elemento costitutivo del brand nel processo assomiglia ad alcune soluzioni a prova di futuro quando ci pensi. Quindi, una volta che sei abbastanza a tuo agio con la strategia del tuo brand da inserirla in linee guida, prenditi del tempo per riflettere.

Dove l’identità è tutto ciò che aiuta a distinguere il tuo brand, l’immagine è qualcosa creata attraverso il marketing.

Vuoi essere sicuro che mentre vai avanti e avvii la tua attività, che la tua immagine renderà giustizia alla tua identità. Chiedilo a te stesso:

  • Il brand o il branding hanno spazio per evolversi?
  • Hai una strategia per mantenere l’immagine del tuo brand?
  • Credi nel brand? Se non ti fidi di tutto ciò che hai detto sulla tua attività, sarà difficile convincere qualcun altro.

6. Dovresti costruire un brand personale?

Sei pronto a incarnare la tua attività?

Il concetto di brand personale non piacerà a tutti. Ci vuole un sacco di filtraggio personale e gestione delle impressioni.

Preparati a farne parte per il lungo raggio e preparati a parlare molto.

I brand personali sono ideali per i tipi imprenditoriali: artisti, autori, creatori di contenuti

A volte sono legati a grandi aziende: pensa Oprah, Richard Branson, Elon Musk e Steve Jobs, ovviamente.

persona che presenta a una folla

Ora che hai capito come creare un brand per un’azienda, puoi applicare molti degli stessi elementi a te stesso.

Se hai intenzione di creare un brand personale, considera se queste azioni sono in linea con il tuo modo di pensare:

  • Possedere ciò che fai. Sia il bene che il male, tutto dipende da te.
  • Rimanere attivo online. Accanto al tuo sito web, scegli le piattaforme giuste e ricorda che la somma della tua attività è più importante del conteggio dei follower.
  • Narrazione di storie. Dovrai sapere esattamente cosa stai offrendo e dovresti diventare un maestro nel campo dei brevi discorsi.

Un brand personale può assolutamente funzionare per una piccola impresa. Se sei già noto per qualcosa, come essere un graphic designer, l’utilizzo dei blocchi di costruzione del brand in questo elenco può portarti al livello successivo.

Un grande vantaggio della creazione di un brand personale è l’inaspettata flessibilità che ne deriva.

Con un modello di business più tradizionale, può essere più difficile cambiare direzione. Supponiamo che un negozio venda divani e all’improvviso decida di vendere vestiti. Modo per alienare i tuoi clienti.

Ma con un brand personale, il tuo pubblico target è dedito a te. Si fidano di ciò che dici e pensi come individuo, quindi se capovolgi da una cosa all’altra, è probabile che la tua folla ti seguirà.

Scritto da

Avatar dell'autore

Michela

Michela si focalizza sulle tendenze del marketing digitale e sull'aiutare le aziende ad avere successo online, con un particolare interesse per la creazione di siti web e di e-commerce. Nel suo tempo libero le piace sedersi davanti un buon libro e ascoltare musica.

Unisciti alla conversazione

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.