Nuova Offerta Esclusiva:

Fino al 68% di SCONTO su un Nuovo Sito

00

:

17

:

03

:

41

Tutti gli argomenti
Approfondimenti Zyro Blog eCommerce Design Elementi essenziali del web Idee imprenditoriali Ispirazione Marketing Suggerimenti piccole imprese

54 Statistiche ecommerce e Fatti Sbalorditivi (2022)

Donna che guarda stupita

Hai bisogno di motivazione per avviare la tua piccola impresa?

Vuoi solo stupire i tuoi amici con la tua incredibile conoscenza delle statistiche ecommerce?

Non cercare oltre: abbiamo un mucchio di statistiche.

Forse vuoi conoscere il comportamento dei clienti o forse vuoi scoprire se la tua azienda ha bisogno di una presenza sui social media.

Continua a leggere per 54 statistiche ecommerce super pertinenti e a volte strabilianti che non pensavi di esserti perso.

Le nostre 5 migliori statistiche ecommerce per il 2021

Nel caso in cui non sei sicuro di dover entrare nel mondo dell’e-commerce, questi impressionanti fatti probabilmente ti ispireranno a costruire un sito web in pochissimo tempo.

In questo momento, ci sono più di 24 milioni di siti di e-commerce in tutto il mondo

Le buone notizie? Bene, è ufficiale: Amazon non è l’unico sito di shopping online al mondo. Una notizia ancora migliore? C’è sempre spazio per la tua attività online.

Oltre il 90% degli utenti internet negli Stati Uniti ha effettuato almeno un acquisto online

E questo rispetto a circa il 58,3% degli utenti di internet in tutto il mondo. Quindi, se stai pensando di entrare nel mercato dell’e-commerce, magari punta sugli acquirenti statunitensi.

Il 69% percento del traffico e-commerce proviene da Google

Molte persone trovano negozi online grazie alle ricerche organiche, in effetti il ​​43%. Inoltre, il 26% degli acquirenti fa click sugli annunci Google PPC.

Il tasso di conversione medio per i siti e-commerce è del 2,86%

I tassi di conversione misurano il numero di persone che passano dalla navigazione in un negozio online al click su “acquista” e diventano clienti dell’azienda.

Il 70% delle visite ai siti di ecommerce avviene su dispositivi mobile

Pensa a tutti i prodotti e servizi che include. Dai libri economici su Amazon Prime ai beni di lusso, non c’è limite a ciò che puoi acquistare online usando solo il tuo telefono.

Statistiche ecommerce mobile

Così significativo, ha un nome proprio. Esatto, mCommerce è un grosso problema: abbiamo le statistiche per dimostrarlo.

Gruppo di persone che guardano il telefonino

Entro il 2021, lo shopping mobile dovrebbe rappresentare il 72,9% del totale e-commerce

Sta crescendo. Se vuoi vendere prodotti online, assicurati che il tuo sito web sia completamente ottimizzato per le persone che acquistano da dispositivi mobile.

Nel 2018, la popolazione mondiale ha trascorso 18 miliardi di ore su app per lo shopping mobile

Le nostre statistiche sugli acquisti online non si limitano solo ai dati del sito web. Se sei esperto di tecnologia o conosci qualcuno che lo è, perché non sviluppare un’app per la tua azienda?

Con il 51%, più acquirenti da dispositivi mobile negli Stati Uniti effettuano acquisti tramite app rispetto ai siti web di mCommerce

Seriamente, le app non dovrebbero essere sottovalutate. Se riesci a progettare e creare un’app incredibile, potresti praticamente garantire la trazione per il tuo business online negli Stati Uniti.

Il 64% degli acquirenti in Cina preferisce utilizzare i pagamenti mobile rispetto ad altre opzioni di pagamento

Il settore dell’e-commerce è in forte espansione in Asia. Dimentica i pagamenti con carta: i clienti in Cina sono già abituati a pagare qualsiasi cosa con i loro telefoni.

La realtà aumentata (AR) sui siti mobile avrà contribuito a 120 miliardi di dollari di vendite di mCommerce entro la fine del 2020

La tecnologia AR aiuta le persone a capire come potrebbero apparire i prodotti nelle loro case o persino sui loro corpi. Dai un’occhiata al sito web di IKEA per un po’ di ispirazione.

Il 70% delle ricerche su dispositivi mobile porta l’acquirente a prendere una decisione entro un’ora

In confronto, le persone che effettuano ricerche sul desktop impiegano in media 1 mese per prendere una decisione di acquisto. L’utilizzo di mCommerce potrebbe accelerare seriamente la crescita delle vendite.

Solo il 12% degli acquirenti trova più conveniente navigare nei negozi su dispositivi mobile rispetto ad altre fonti

Non tutti amano fare acquisti online utilizzando i propri telefoni. Contenuti chiaramente organizzati, design intuitivo e un sito ottimizzato per dispositivi mobile aiuteranno sempre.

La probabilità di rimbalzo aumenta del 32% se il tempo di caricamento della pagina di un sito mobile aumenta da 1 secondo a 3 secondi

Questa è la velocità con cui gli utenti lasciano un sito web dopo essere appena entrati. I negozi online devono essere veloci per apparire sullo schermo, dato che è fin troppo facile scorrere via.

Il 73% degli acquirenti utilizza più canali per completare la propria esperienza di acquisto

Non dimenticare il tuo sito desktop e i canali di social media nella fretta di abbracciare l’mCommerce. Si tratta di un’esperienza di acquisto online omnicanale.

Il 61% degli acquirenti da dispositivi mobile ha maggiori probabilità di acquistare da siti web in grado di personalizzare la posizione e le preferenze di ricerca

Un altro modo per rendere super conveniente per le persone fare acquisti online utilizzando un dispositivo mobile è personalizzare l’esperienza. Tutti amiamo sentirci speciali, dopotutto.

Suggerimento 💡: crea una sezione hero pulita e avvincente sul tuo sito di e-commerce che avrà un bell’aspetto su qualsiasi tipo di dispositivo.

Statistiche di crescita dell’e-commerce

Ecco i fatti: l’e-commerce non andrà da nessuna parte, in qualunque momento presto. Quando si tratta di shopping, i negozi online sono il presente e il futuro.

Mano che tiene il telefono che mostra il grafico del prezzo delle azioni di Amazon

Le vendite globali di e-commerce dovrebbero crescere fino a $6,54 trilioni entro il 2022

Sì, sono trilioni di dollari. Man mano che le aziende migliorano nell’offrire servizi online impeccabili, le vendite di e-commerce al dettaglio continueranno a crescere in modo esponenziale.

Al 20,2%, si prevede che la Turchia avrà la più alta crescita annuale composta nell’e-commerce al dettaglio tra il 2020 e il 2024

Ci piace pensare a livello internazionale con le nostre statistiche ecommerce. Se stai pensando di vendere prodotti online, probabilmente dovresti iniziare a pensare anche a livello internazionale.

Entro la fine del 2020, si prevede che la regione dell’Asia Pacifico genererà $2,45 miliardi di vendite al dettaglio di e-commerce

Ciò è dovuto in parte all’incredibile popolarità dello shopping online in Cina. Ma in generale, questa è una parte del mondo in cui l’e-commerce sta prendendo il sopravvento.

Si prevede che i mercati di e-commerce al dettaglio in più rapida crescita entro i prossimi due anni saranno India e Indonesia

Vedi? Non è solo la Cina a contribuire a un aumento stratosferico dei negozi di e-commerce al dettaglio.

Siti web come Amazon hanno una portata veramente globale con i loro servizi.

Si stima che entro il 2040 il 95% di tutti gli acquisti al dettaglio sarà effettuato online

Presto, il carrello della spesa nella vita reale sarà inesistente. Bene, speriamo di no: ci sarà sempre spazio per i negozi fisici e l’interazione umana nel mondo.

In parte a causa del Coronavirus, il traffico globale di e-commerce è aumentato del 35% nel 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019

Con la chiusura quasi mondiale di molti negozi e servizi, anche le persone che raramente hanno effettuato acquisti online non hanno avuto altra scelta che rivolgersi ai rivenditori di e-commerce.

Statistiche sull’esperienza utente dell’e-commerce

Certo, prodotti e servizi straordinari ti faranno guadagnare denaro, ma un’ottima esperienza utente ti farà guadagnare clienti. Clienti fedeli e amorevoli. Dai un’occhiata a questi fatti per scoprire come impressionarli.

Persona che usa un tablet per cercare immagini online

Quando si tratta di effettuare il check-out, il 72% dei siti di e-commerce non rende quello degli ospiti un’opzione importante

Cosa fanno i clienti frustrati? Molte volte abbandonano i loro carrelli della spesa. Consentire ai nuovi utenti di effettuare il checkout senza un account è un gioco da ragazzi per facilitare la loro esperienza.

Inoltre, il 68% dei siti di e-commerce non consente agli utenti di modificare i propri dettagli nella fase di revisione dell’ordine

Dover fare un passo indietro quando ti rendi conto di aver selezionato la taglia sbagliata: è noioso. Vale la pena rendere il processo di pagamento il più semplice possibile.

A livello globale, il 53% degli acquirenti online preferisce pagare con le proprie carte di credito

Mentre i gateway di pagamento come PayPal e Apple Pay sono convenienti e accessibili, le statistiche suggeriscono che avere diverse di opzioni al checkout è l’ideale.

Il 73% dei siti di e-commerce non contrassegna quali campi sono facoltativi oppure obbligatori sui moduli

Ogni secondo conta quando si tratta di acquisti online. Se hai un sito di e-commerce, aiuta le persone a risparmiare tempo e inserisci “i campi obbligatori sono contrassegnati” nei moduli, quindi contrassegna quei campi.

Il 68% degli utenti smetterà di fare acquisti online con un brand se ritiene che all’azienda non importi di loro

Può essere difficile per i clienti sentirsi connessi a un’attività online. Servizi come chatbot, contenuti personalizzati ed email di ringraziamento aumenteranno la fedeltà dei clienti.

La personalizzazione è la chiave: il 44% delle persone diventa cliente abituale dopo aver avuto un’esperienza di acquisto online su misura

Piccole cose possono fare una grande differenza, come abilitare le liste dei desideri, suggerire le dimensioni in base agli acquisti precedenti e inviare email di ringraziamento dopo l’acquisto.

Quando si utilizzano i chatbot, il 79% degli acquirenti preferirebbe passare a un essere umano se il chatbot non fosse in grado di risolvere il problema

I chatbot fanno un ottimo lavoro nell’aiutare gli utenti online, in assenza di persone reali. Ma quando le cose vanno male? Aiuta sempre avere un umano a portata di mano.

Oltre il 70% dei siti web di piccole imprese non dispone di pulsanti di invito all’azione

Il che è pazzesco, perché i pulsanti di invito all’azione sono le funzionalità più facili da implementare. Qualsiasi buon costruttore di siti web (come Zyro, ad esempio) ti aiuterà a metterli nei posti giusti.

L’80% degli acquirenti online è scoraggiato dall’effettuare un acquisto se trova scomoda o difficile la politica di restituzione

La spedizione gratuita è interessante, ma è fondamentale pensare a come i clienti possono restituire gli articoli indesiderati. Pagare importi eccessivi per resi e stampa etichette? No grazie.

Statistiche sul comportamento di acquisto online dei clienti

In che modo gli imprenditori dovrebbero perfezionare le proprie capacità di servizio clienti? Scopri tutte le stranezze e le abitudini degli acquirenti online: inizia con queste statistiche ecommerce.

Carrello della spesa vuoto in un parcheggio

1 utente di smart speaker su 5 effettua acquisti utilizzando il commercio vocale

Mentre alcuni potrebbero trovarli invadenti, gli assistenti vocali come Amazon Alexa e Google Nest stanno diventando strumenti sempre più importanti per lo shopping online.

L’85% degli acquirenti legge recensioni o effettua ricerche prima di effettuare un acquisto online

È facile confrontare i rivenditori online. Per distinguerti dalla massa, assicurati che i contenuti del tuo sito web siano aggiornati e lascia una risposta sotto ogni recensione della tua attività.

Il 24% delle persone spende più denaro per i propri acquisti per qualificarsi per la spedizione gratuita

Anche se sembra un bel modo per dire “grazie” ai tuoi clienti, la spedizione gratuita è una tattica intelligente per aumentare il valore medio dell’ordine. Chiaramente, funziona.

Il 57% degli acquirenti acquista da rivenditori online con sede all’estero

Sì, sappiamo che il mondo non dovrebbe girare intorno ad Amazon. Ma la fiducia dei consumatori per l’acquisto di articoli dall’estero deve essere in parte grazie a questo mercato globale.

Gli acquirenti della Generazione X sono i più attivi online, con una media di 19 transazioni all’anno

La Gen Z potrebbe ancora avere una presa su TikTok e Snapchat, ma è la Gen X – quelle nate tra il 1965 e il 1980 circa – a mantenere attivo l’e-commerce in questo momento.

Il 68% dei millennial si aspetta un percorso di acquisto senza interruzioni con un brand

Indipendentemente da dove concludono le loro transazioni, i millennial – quelli nati tra il 1981 e il 1996 – vogliono avere un’esperienza davvero omnicanale.

L’abbandono del carrello è più alto nel settore automobilistico, al 96,88%

Siamo onesti: a tutti noi piace fingere di acquistare beni di lusso di tanto in tanto. Le auto sono acquisti costosi su cui non è facile impegnarsi online.

Nel 2019, la Spagna ha avuto il tasso medio di abbandono del carrello più alto al mondo con l’86,14%

È quasi il 10% in più rispetto alla media globale, pari al 77,73%. Quindi, se ti stai chiedendo come incantare i tuoi clienti spagnoli, non sei solo.

Suggerimento 💡– assicurati di intervistare regolarmente i clienti del tuo negozio online. Poni loro domande sulle loro preferenze di acquisto per ottenere le informazioni più dirette per il tuo sito web.

Statistiche ecommerce sui social media

Grazie alle menti di Facebook e Instagram, lo shopping online e i social media ora vanno di pari passo. Non ci credi? Abbiamo le statistiche per dimostrarlo.

Donna che si scatta un selfie con un telefono

Il 48% dei giovani di 18-34 anni negli Stati Uniti ha acquistato articoli sui social media

La prova che il mondo non gira intorno ad Amazon. I negozi di social media offrono un’incredibile portata alle piccole imprese, in particolare alle piccole imprese nordamericane.

Quando si tratta di canali di marketing, il 91% delle aziende statunitensi utilizza i social media

Piattaforme come Instagram e Twitter sono diventate una parte fondamentale del marketing e-commerce, sia per le aziende B2C che B2B.

L’89% dei marketer pensa che Instagram sia la piattaforma più importante per l’influencer marketing

Instagram è una delle piattaforme più versatili per condividere e scoprire contenuti visivi. Se vuoi generare nuovi contatti, la collaborazione con gli influencer potrebbe essere redditizia.

Instagram è una delle piattaforme più versatili per condividere e scoprire contenuti visivi. Se vuoi generare nuovi contatti, la collaborazione con gli influencer potrebbe essere redditizia.

Non solo i siti come Twitter sono ottimi per la comunicazione istantanea, ma consentono anche alla tua azienda di mantenere una reputazione brillante, se mantieni il servizio clienti aggiornato.

In tutto il mondo, il 19% delle persone utilizza i social media come fonte di ispirazione per i propri acquisti online

Potrebbe non sembrare il più impressionante delle nostre statistiche ecommerce in superficie, ma il 19% della popolazione mondiale è di quasi 1,5 miliardi di persone.

Un enorme 84% degli acquirenti statunitensi guarda i canali social di un brand prima di effettuare un acquisto con loro

Riempire i tuoi canali con contenuti di alta qualità per ogni spettatore o lettore è la chiave per generare nuovi contatti. Non sai mai chi sta cercando.

Il 25% dei rivenditori di e-commerce in tutto il mondo ha pianificato di iniziare a vendere sui social media nel 2020 – il 15% lo aveva già fatto

Grazie ai negozi di Facebook e Instagram, non è mai stato così facile per i brand costruire una presenza di vendita al dettaglio online pienamente funzionante sulle piattaforme social.

Il 55% degli acquirenti di smartphone effettua un acquisto dopo aver visto un prodotto sui social media

Dopotutto, cos’è uno smartphone senza una o due app di social media? Se stai aprendo un negozio, considera seriamente di adottare un approccio omnicanale.

Quando Nike ha collaborato con Snapchat per promuovere le sue nuove Air Jordan dopo una partita NBA All-Stars, sono andate esaurite in 23 minuti

Usando la realtà aumentata e il potere del grande tempismo, oltre a un’incredibile comprensione del loro pubblico di destinazione, Nike ha completamente azzeccato questa collaborazione.

Il 71% degli acquirenti consiglierà un brand da cui ha acquistato sui social media

I contenuti generati dagli utenti sono una parte importante del marketing del brand. Incoraggia i clienti a mostrare ciò che hanno acquistato aggiungendo un link nell’email post-acquisto.

Email marketing per statistiche ecommerce

La tua azienda dovrebbe preoccuparsi dell’email marketing? Noi la pensiamo così: la nostra ultima serie di nuove statistiche ecommerce aiuterà anche te a pensarla così.

Insegna ala neon con scritta "hello"

Il tasso medio di apertura delle email per gli invii di e-commerce è del 15,68%

Ci sono tonnellate di variabili quando si tratta di email marketing. Un modo semplice per migliorare il tasso di apertura è personalizzare l’oggetto dell’email.

Le e-mail personalizzate hanno un tasso di transazione 6 volte superiore rispetto a quelle non personalizzate

Semmai, un’intestazione personalizzata attirerà l’attenzione dell’utente. Mantenerlo su misura all’interno del corpo dell’email è un ottimo modo per indirizzare il traffico verso il tuo sito web.

Le campagne email segmentate generano in media un aumento del 7,60% delle entrate

La segmentazione è il primo passo da compiere per personalizzare i tuoi sforzi di email marketing. Non tutti i clienti rientreranno nella stessa fascia, quindi dividili.

Il 20,4% delle email di marketing finisce nelle cartelle spam o non viene recapitato

Anche la posta più personalizzata può finire nella “spazzatura” se l’oggetto sembra spam o l’autore ha usato parole inappropriate.

L’email marketing contribuisce a circa il 20% di tutto il traffico sui siti di e-commerce

Fatto bene, l’email marketing è uno strumento prezioso per i rivenditori online. Dall’inversione dei problemi di abbandono del carrello alla condivisione dei coupon, ci sono molti modi per coinvolgere i clienti.

Il 60% degli acquirenti online ha effettuato un acquisto dopo aver ricevuto un messaggio di email marketing

È bello sentirsi apprezzati e l’email marketing è un modo molto efficace per creare connessioni con i clienti. Aiuta anche a inserire un codice sconto.

Hai bisogno di aiuto per creare il tuo sito web?

Scarica la tua guida essenziale per creare un sito web moderno e professionale con Zyro.

Accetto di ricevere comunicazioni di marketing da Zyro. Annulla l'iscrizione in qualsiasi momento.

Scritto da

Avatar dell'autore

Michela

Michela si focalizza sulle tendenze del marketing digitale e sull'aiutare le aziende ad avere successo online, con un particolare interesse per la creazione di siti web e di e-commerce. Nel suo tempo libero le piace sedersi davanti un buon libro e ascoltare musica.

Unisciti alla conversazione

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

Salva il tuo nome ed email in questo browser.

Hai bisogno di aiuto per creare il tuo sito web?

Scarica la tua guida essenziale per creare un sito web moderno e professionale con Zyro.

Accetto di ricevere comunicazioni di marketing da Zyro. Annulla l'iscrizione in qualsiasi momento.